Tortura crudele del pene

Ratifica del protocollo ONU contro tortura, maltrattamenti e pene crudeli

Convenzione contro la tortura ed altre pene o trattamenti crudeli, disumani o degradanti

Il Presidente della Repubblica e' autorizzato a ratificare il Protocollo opzionale alla Convenzione delle Nazioni Unite contro la tortura e altri trattamenti o pene crudeli, inumani o degradanti, fatto a New York il 18 dicembre Piena ed intera esecuzione e' data al Protocollo di cui all'articolo 1, a decorrere dalla data della sua entrata in vigore, in conformita' a quanto previsto dall'articolo 28 del Protocollo stesso.

Le spese connesse all'istituzione e al funzionamento del Sottocomitato tortura crudele del pene prevenzione, di cui agli articoli 5 e seguenti tortura crudele del pene Protocollo, sono poste interamente a carico delle Nazioni Unite, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica. I componenti del Sottocomitato, di cui agli articoli 5 e seguenti del Protocollo, non ricevono alcun compenso, indennita', rimborso spese o emolumento, comunque denominati, a carico della finanza pubblica.

Il meccanismo nazionale di prevenzione, di cui agli articoli 17 e seguenti del Protocollo, e' costituito e mantenuto senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica e con l'utilizzo delle risorse umane, finanziarie e strumentali disponibili a legislazione vigente.

La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale. La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sara' inserita nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana.

E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge dello Stato. Data a Roma, addi' 9 novembre Pietro Marcenaro in data 11 giugno Esaminato in Aula il 13 giugno ed approvato il 18 settembre Camera dei deputati atto n. Esaminato dalla III Commissione, in sede referente, il 3, 10, 12, 16 e 24 ottobre Esaminato in Aula e approvato il 24 ottobre Lo scopo del presente Protocollo e' l'istituzione di un sistema di visite regolari svolte da organismi pene maschile che piscia nazionali e internazionali nei luoghi in cui le persone sono private della liberta', al fine di prevenire la tortura e le altre pene o trattamenti crudeli, inumani o degradanti.

Articolo 2. E' istituito un Sottocomitato sulla prevenzione della tortura e delle altre pene o trattamenti crudeli, inumani o degradanti d'ora innanzi: "il Sottocomitato sulla prevenzione" in seno al Comitato tortura crudele del pene la tortura per svolgere le funzioni definite nel presente Protocollo.

Il Sottocomitato sulla prevenzione svolge la sua attivita' nel quadro della Carta delle Nazioni Unite e guidato dai fini e dai principi in essa contenuti, nonche' dalle norme delle Nazioni Unite concernenti il trattamento delle persone private della liberta'.

Il Sottocomitato sulla prevenzione e' guidato altresi' dai principi di riservatezza, imparzialita', non selettivita', universalita' e obiettivita'.

tortura crudele del pene

Il Tortura crudele del pene sulla prevenzione e gli Stati Parti cooperano per l'attuazione del presente Protocollo. Articolo 3.

tortura crudele del pene

Ciascuno Stato Parte istituira', nominera' e manterra' operativo a livello nazionale uno o piu' organismi con poteri di visita per la prevenzione della tortura e delle altre pene o trattamenti crudeli, inumani o degradanti d'ora innanzi: "meccanismi nazionali di prevenzione". Articolo 4.

Convenzione contro la tortura ed altre pene o trattamenti crudeli, inumani o degradanti

Ciascuno Stato Parte, in accordo con il presente Protocollo, autorizza le visite da parte degli organismi di cui ai precedenti artt. Tali visite saranno condotte allo scopo di rafforzare, laddove necessario, la protezione delle suddette persone contro la tortura e le altre pene o trattamenti crudeli, inumani o degradanti.

Ai fini del presente Protocollo, per privazione della liberta' si intende ogni forma di detenzione o imprigionamento o collocazione di una persona in un luogo sotto custodia che non le sia consentito lasciare volontariamente, su ordine di un'autorita' giudiziaria, amministrativa o di altro tortura crudele del pene.

Parte II Articolo 5. Il Sottocomitato sulla prevenzione e' formato da dieci membri. Dopo la cinquantesima ratifica o adesione al presente Protocollo, il numero dei membri del Sottocomitato sara' portato a I membri del Sottocomitato sulla prevenzione sono scelti tra persone di alta levatura morale, comprovata esperienza professionale nel campo dell'amministrazione della giustizia, particolarmente in diritto penale, amministrazione penitenziaria o di polizia, o negli altri ambiti connessi al trattamento delle persone private della liberta'.

Nella composizione del Sottocomitato sulla prevenzione e' prestata dovuta attenzione ad un'equa distribuzione geografica e alla rappresentazione delle diverse tradizioni culturali e dei diversi sistemi giuridici degli Stati Parti. Tra i componenti del Sottocomitato sulla prevenzione dovra' anche esserci una bilanciata rappresentanza di genere, secondo i principi di' eguaglianza e non discriminazione. Non ci puo' essere piu' di un componente del Sottocomitato sulla prevenzione cittadino dello stesso Stato.

I membri del Sottocomitato sulla prevenzione svolgono le loro funzioni a titolo personale, sono indipendenti e imparziali e disposti ad operare secondo efficienza.

tortura crudele del pene

Articolo 6. Ciascuno Stato Parte puo' nominare, ai sensi del paragrafo 2 del presente articolo, fino a due candidati in possesso delle qualita' e dei requisiti di cui all'art.

Nel presentare le candidature verranno fornite informazioni dettagliate circa le qualifiche dei candidati. Almeno cinque mesi prima della data della riunione degli Stati Parti durante la quale si terranno le elezioni dei membri del Sottocomitato sulla prevenzione, il Segretario generale delle Nazioni Unite inviera' una lettera agli Stati Parti invitandoli a sottoporre le candidature entro tre mesi.

Il Segretario generale sottopone la lista, in ordine alfabetico, di tutte le persone nominate, indicando gli Stati Parti tortura crudele del pene hanno proposto le candidature. Articolo 7.

Ratifica del protocollo ONU contro tortura, maltrattamenti e pene crudeli

I membri del Sottocomitato sulla prevenzione sono eletti nel modo seguente: a Considerazione prioritaria e' data al rispetto dei requisiti e ai criteri di cui al precedente art. A tali riunioni il quorum richiesto e' rappresentato dai due terzi degli Stati Parti; saranno elette le persone che avranno ottenuto il maggior numero di voti e la maggioranza assoluta dei rappresentanti tortura crudele del pene Stati Parti presenti e votanti.

Se nel corso delle elezioni due cittadini di uno Stato Parte risultano suscettibili di fare parte del Sottocomitato sulla prevenzione, sara' membro del Sottocomitato sulla prevenzione quello dei due che avra' ricevuto il maggior numero di voti. Se i voti sono alla pari si seguira' la seguente procedura: a se solo uno dei candidati e' stato nominato dallo Stato Parte di cui e' cittadino, costui o costei entrera' a far parte del Sottocomitato contro la prevenzione; b se entrambi i candidati sono stati nominati dagli Stati Parti di cui hanno la cittadinanza, si svolgera' una votazione separata a scrutinio segreto che determinera' quale dei terribile malattia del pene candidati diventera' membro del Sottocomitato sulla prevenzione; c se nessuno dei candidati e' stato nominato dallo Stato Parte di cui egli o ella e' cittadino, sara' svolta una votazione separata a scrutinio segreto per determinare quale candidato entrera' a comporre il Sottocomitato sulla prevenzione.

Articolo 8. Se un membro del Sottocomitato sulla prevenzione e' deceduto o da' le dimissioni o per qualunque altra causa non puo' piu' svolgere le sue funzioni, lo Stato Parte che lo aveva candidato nominera' un'altra persona in possesso delle qualifiche e dei requisiti di eleggibilita' di cui all'art. Tale persona restera' in carica fino alla successiva riunione degli Stati Parti, con l'approvazione della maggioranza degli Stati Parti.

Tale approvazione sara' considerata data salvo che la meta' o piu' degli Stati Parti risponda negativamente entro sei settimane dal momento in cui sono informati dal Segretario generale delle Nazioni Unite della proposta di nomina. Articolo 9. I membri del Sottocomitato sulla prevenzione sono eletti per un mandato di quattro anni. Potranno essere rieletti per una volta, se ricandidati. Per meta' dei membri eletti alla prima votazione il termine scadra' alla fine del secondo anno; immediatamente dopo la prima elezione i nomi dei membri il cui termine scade anticipatamente saranno estratti a sorte dal Presidente della riunione di cui all'art.

Articolo Il Sottocomitato sulla prevenzione elegge i propri funzionari per un mandato di due anni.

EUR-Lex Access to European Union law

Essi possono essere rieletti. Il Sottocomitato sulla prevenzione adotta il proprio regolamento di procedura. Esso contiene, tra l'altro, le seguenti norme: a il Sottocomitato sulla prevenzione funzionera' con un quorum rappresentato dalla meta' dei suoi componenti; b le decisioni del Sottocomitato sulla prevenzione saranno prese con la maggioranza dei voti dei suoi membri; c il Sottocomitato sulla prevenzione tiene le sue riunioni in camera di consiglio.

Il Segretario generale della Nazioni Unite convoca la prima riunione del Sottocomitato sulla prevenzione. Dopo tale prima riunione il Sottocomitato sulla prevenzione si riunira' con la scadenza stabilita dal regolamento di procedura.

5 TORTURE più DOLOROSE DELLA STORIA utilizzate ancora OGGI !!!

Il Sottocomitato sulla prevenzione e il Comitato contro che forma di peni cè tortura si riuniscono in contemporanea almeno una volta l'anno. Il Sottocomitato sulla tortura crudele del pene ha il compito di: a visitare i luoghi descritti all'art.

Per consentire al Sottocomitato sulla prevenzione di svolgere il proprio mandato come previsto all'art. Il Sottocomitato sulla prevenzione stabilira', inizialmente sulla base di un sorteggio, un programma di visite regolari agli Stati Parti al fine di adempiere al suo mandato, come stabilito tortura crudele del pene. Dopo debite consultazioni, il Sottocomitato sulla prevenzione notifica agli Stati Parti il proprio programma, affinche' essi possano, senza ritardo, prendere le necessarie misure pratiche perche' la visita possa avere luogo.

Le visite sono condotte da almeno due membri del Sottocomitato sulla prevenzione. I membri del Sottocomitato sulla prevenzione possono essere accompagnati, se del caso, da esperti di provata esperienza professionale e competenti nelle materie di cui tratta il presente Protocollo; tali pene in una bottiglia sono tratti da un albo predisposto sulla base di proposte avanzate dagli Stati Parti, dall'Ufficio dell'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani e dal Centro delle Nazioni Unite per la prevenzione del crimine internazionale.

Nel predisporre l'albo, gli Stati Parti interessati propongono non piu' di cinque esperti nazionali. Lo Stato Parte in questione puo' opporsi all'inclusione nella visita di uno specifico esperto, nel qual caso il Sottocomitato sulla prevenzione ne proporra' un altro.

Potresti essere interessato